Game of Thrones – Un personaggio non sarebbe dovuto morire

Game of Thrones – Un personaggio non sarebbe dovuto morire

Durante la 8×03 i protagonisti di Game of Thrones hanno dovuto affrontare una delle più terrificanti battaglie mai combattute nei Sette Regni: quella contro gli Estranei e il loro esercito di non-morti.

Tra gesta eroiche e risvolti inaspettati, hanno perso la vita alcuni dei personaggi secondari più apprezzati dal pubblico, tra cui Lyanna Mormont, Beric Dondarrion e Ser Jorah Mormont. Peccato che quest’ultimo sarebbe dovuto sopravvivere!

Ad annunciarlo è lo sceneggiatore Dave Hill.

Non solo Jorah doveva uscire indenne dalla battaglia con le mostruosità dell’Estremo Nord, ma anche dalle terribili vicende che sono seguite, incluse quelle ad Approdo del Re che hanno portato alla morte di Daenerys. Dopo averla uccisa, Jorah si sarebbe unito a Jon Snow, esiliato alla Barriera.

Il fedele braccio destro di Dany era destinato, sin dal loro primo incontro, ad assistere all’ascesa della khaleesi, ma anche alle prime, evidenti, manifestazioni della sua follia. Uccidendo la sua regina, Ser Jorah avrebbe ultimato (senza volerlo) la missione affidatagli da Robert Baratheon! Peccato che il finale pensato per questo personaggio non abbia convinto fino in fondo gli showrunner, che hanno preferito mostrare al pubblico il Mormont che moriva per salvare la donna amata.

C’è qualcosa di dolce in questo, perché Jorah non saprà mai cos’ha fatto. Questa probabilmente è la cosa migliore. Per lui è una benedizione il fatto che non saprà mai cosa le è accaduto

A pesare nella scelta del suo destino è stata anche la mancanza di tempo: come poteva l’uomo passare dall’amare profondamente Daenerys all’ucciderla per evitare che la sua pazzia mieta altre vittime? 

Present Physicist, Future Nobel Prize. Nerd. Hopeless Fangirl. Gamer. Unapologetically Shipper. Booklover and Proud. Trying to construct my own T.A.R.D.I.S. and travel with the Doctor.