Dragon Ball Z: Kakarot rivela un segreto sugli umani della Terra

dragon ball z kakarot

Nel mondo di Dragon Ball , sembra che possa succedere di tutto. Serie come Dragon Ball Super lo hanno dimostrato solo con le loro aggiunte canoniche, e sembra che Dragon Ball Z: Kakarot sta facendo lo stesso con l’anime della vecchia scuola. In effetti, un fatto importante è stato appena rivelato sugli umani della Terra, e i fan della serie stanno provando il dolce sollievo della rivendicazione grazie ad esso.

Per chi non lo sapesse, Dragon Ball Z: Kakarot è uscito la scorsa settimana e il gioco offre al pubblico un nuovo modo di vivere l’anime. I giocatori possono divertirsi con la storia giocando con Goku in prima persona e con una serie di altri combattenti. La supervisione del gioco ha spinto molti fan a fondere Dragon Ball Z: Kakarot con il canone principale, quindi i discorsi sulla Terra di una missione laterale sono diventati piuttosto importanti.

In una missione, i fan possono portare il Super Saiyan Goku in giro per incontrare alcune delle bestie della Terra. Questi animali camminano e parlano come farebbe qualsiasi essere umano. Per decenni, il fandom ha speculato sul perché questa versione della Terra abbia letteralmente uomini bestia, e si scopre che la risposta sta nella scienza.

Secondo uno degli uomini bestia , ammettevano che in origine erano uomini che volevano “trasformarsi in uomini bestia”. Per fare ciò, hanno preso un farmaco chiamato animorphaline, ma i medicinali li hanno trasformati in animali in modo permanente.

“Sì, e ora che la moda degli animorphaline è finita, non vedi più uomini bestia in giro”, rivela l’altro personaggio.

Si scopre che gli uomini bestia sono in realtà umani che hanno assunto una droga che li trasforma. Per alcuni, il cambiamento è stato permanente, ma altri sono stati presumibilmente in grado di tornare al loro stato umano. Chiaramente, la scienza ha portato ad alcune strane tendenze sulla Terra di Goku, e non si può dire se tale tecnologia colpirà il mondo come noi fan lo conosciamo.

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.