WB Games commenta la transfobia della JK Rowling e Hogwarts Legacy

Hogwarts Legacy

Durante una recente sessione di domande e risposte, il presidente di WB Games, David Haddad, ha risposto alle domande su Hogwarts Legacy e sulla sua associazione con l’autrice JK Rowling. Sviluppato da Avalanche Software e pubblicato dall’impronta Portkey Games, Hogwarts Legacy è un gioco di ruolo ambientato 100 anni prima degli eventi della serie di Harry Potter. Il gioco è stato annunciato durante l’ultimo showcase di PS5 e uscirà il prossimo anno. Apparentemente, più dipendenti hanno chiesto informazioni sulla storia dei commenti transfobici di Rowling. Haddad ha fornito la sua risposta al giornalista Jason Schreier, che l’ha condivisa su Twitter. La risposta di Haddad può essere trovata nel Tweet incorporato di seguito.

La risposta di Haddad supera il confine tra il distanziare la compagnia dai commenti della Rowling e lo stare attenti a non insultare l’autore. Anche se la risposta potrebbe non essere quella che i fan e i dipendenti stanno cercando, non sorprende poi così tanto. La realtà è che tutti coloro che sono coinvolti nello sviluppo del gioco si trovano ora in una posizione non invidiabile. Lo sviluppo di Hogwarts Legacy va avanti ormai da anni e il successo o il fallimento del gioco può avere un impatto enorme.

Lo sviluppo di videogiochi richiede molto tempo e molto può cambiare nel mondo reale durante questo processo. La storia dei commenti transfobici di Rowling è iniziata su Twitter alla fine dell’anno scorso. Sarebbe stato impossibile per Haddad e il resto del team sapere che Rowling avrebbe fatto quei commenti prima che iniziasse lo sviluppo di Hogwarts Legacy . 

Hogwarts Legacy uscirà su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X e PC il prossimo anno. 

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.