The Last of Us Part 2 potrebbe stravolgere tutto

The Last of Us Part 2 potrebbe stravolgere tutto

Pochi giorni fa, Sony Interactive Entertainment e Naughty Dog hanno annunciato che l’uscita di The Last of Us Part 2 è posticipata. Il ritardo deriva dalla pandemia di Coronavirus in corso. Inoltre, non c’è parola riguardo ad una nuova data. Secondo Troy Baker, l’attore dietro Joel (uno dei personaggi principali del gioco), l’attesa varrà la pena.

A detta di Baker, ci sarà molto di più da imparare sul suo personaggio nel sequel. L’attore sostiene che se lui e Naughty Dog hanno svolto correttamente il loro lavoro, tutti dovranno mettere in discussione ciò che sanno sul gioco precedente e sui personaggi.
“La parte importate del mio ruolo è quella di conoscere al meglio Joel. Dopo l’uscita della prima parte di The Last of Us, ero sicuro di conoscere la verità su Joel, ma mi sbagliavo. Dopo il nostro lavoro, le persone metteranno in discussione tutto ciò che sanno. I fan cambieranno idea su cosa sia questo gioco, cosa sia questo mondo, chi sono i personaggi – tutto”. Inoltre , Baker  suggerisce anche a tutti di entrare nel gioco con una mentalità aperta.

The last of Us Part 2 è in sviluppo per PS4.

Baker continua: “Se la gente è aperta a qualsiasi cosa, penso che vivrà un’esperienza completamente diversa rispetto a se avesse una mentalità ristretta… Quando Druckmann (vicepresidente dell’azienda produttrice di videogiochi statunitense Naughty Dog) mi ha chiesto di andare a casa sua per raccontarmi la storia, ero molto diligente e prendevo appunti per i primi minuti. Dopo poco, sono rimasto in silenzio e ho smesso di prendere appunti, come se fossi seduto ai piedi del più grande narratore. È stata una storia fantastica”.

Scena bacio Ellie in The Last of Us part 2

Baker osserva che non è sicuro se le persone ameranno o odieranno la storia, ma è sicuro che lascerà un’impressione duratura.
“E così eccoci qui – penso a tre o quattro anni da quel momento in cui lui ha avuto l’idea per la prima volta – ad essere letteralmente a pochi giorni dalla sua pubblicazione. E ancora una volta ci troviamo nella situazione di non sapere se piacerà alla gente o se la odierà, ma sicuramente non ci saranno opinioni intermedi a riguardo”