The Last of Us: Joel è più cattivo afferma il doppiatore

Joel the last of us

Joel è un eroe o un cattivo in The Last of Us ? La risposta probabilmente non è quella che sappiamo. Un eroe imperfetto, ma un eroe. Tuttavia, secondo Troy Baker, l’uomo che interpreta il personaggio, Joel è più cattivo che eroe nell’esclusiva PlayStation. Parlando al Manchester Comic Con all’inizio di questo mese, Baker ha condiviso la sua opinione sul personaggio e ha rivelato la sua preferenza quando si tratta di interpretare personaggi buoni o cattivi.

“[In The Last of Us ] supponi che Joel sia l’eroe e David [interpretato da Nolan North] è il cattivo, ma … ognuno è l’eroe della propria storia”, ha detto Baker. “Credo fermamente che David creda che stia facendo ciò che è meglio per il suo popolo, ed è l’eroe nella sua storia “.

Baker ha continuato:

“Joel, non pensa affatto a questi termini. Non penso che Joel creda che sia un eroe. Se dovesse sporgersi penso che Joel si considererebbe un cattivo, motivo per cui può dire di essere stato da entrambe le parti. Come se potesse dire ‘Sono solo un ragazzo che cerca di cavarsela. Non sono qui per salvare nessuno, non sono qui per turbare i piani di nessuno. Sto solo cercando di vivere un giorno alla volta. “”

Baker ha aggiunto che interpretare il cattivo nella prospettiva del giocatore è “molto più divertente” che interpretare l’eroe, riferendosi al suo tempo come Joker nella serie Batman: Arkham .

Detto questo, sebbene sia un po’ ambiguo se Joel sia un eroe o un cattivo, è ancora più ambiguo che tipo di ruolo abbia in The Last of Us Part II , che è in sviluppo per PS4 e forse PS5, e, al momento della pubblicazione, non ha una data di uscita.

Come saprai, non sappiamo molto del tanto atteso sequel, tuttavia, Neil Druckmann, il creatore del gioco, aveva alcune cose da dire sul titolo al momento della sua rivelazione.

“Non posso dirti quanto sia finalmente soddisfacente poter dire che Ellie e Joel sono tornati per un’altra avventura intensa, straziante ed emotiva”, ha detto Druckmann. “Come molti di voi, abbiamo un profondo amore per il mondo di The Last of Us e dei suoi personaggi, e mentre un sequel può sembrare una conclusione scontata, non è stato così. Sapevamo che doveva essere un storia che vale la pena di essere raccontata e, forse ancora più importante, una storia degna di Joel ed Ellie. Dopo aver trascorso anni in idee diverse (e quasi rinunciare), abbiamo finalmente scoperto una storia che sembrava speciale, una storia che si è evoluta in un viaggio epico “.

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.