Sony celebra 25 anni di PlayStation

Playstation

Il 3 dicembre 1994, la Sony PlayStation uscì in Giappone. All’epoca, l’ingresso di Sony nel settore dei videogiochi era tutt’altro che sicuro. Nintendo e Sega erano nel bel mezzo delle Console War e il sistema di Sony inizialmente è stato progettato come componente aggiuntivo per Super Nintendo. I disaccordi tra i due hanno portato la Sony a manifestarsi da sola, e i risultati parlano da soli. La PlayStation originale è diventata una delle console di videogiochi di maggior successo di tutti i tempi. Per quanto difficile possa essere, era 25 anni fa. Per commemorare l’anniversario, il presidente e CEO della Sony Interactive Entertainment Jim Ryan ha rilasciato una dichiarazione della società.

“Il 3 dicembre 1994 – 25 anni fa questa settimana – la prima PlayStation ha fatto il suo debutto globale in Giappone. A partire da un inizio umile come start up all’interno della Sony, Ken Kutaragi e il suo team hanno realizzato una visione per elevare i videogiochi come una forma di intrattenimento di cui tutti potevano godere e di creare una piattaforma per gli sviluppatori di giochi per esprimere la propria creatività. La PlayStation originale ha venduto 100.000 unità in Giappone il primo giorno ed è diventata la prima console domestica di sempre a superare i 100 milioni di unità vendute a livello globale.
Abbiamo stretto un accordo con la comunità di gioco perché PlayStation offriva esperienze al di là di ciò che chiunque potesse immaginare fosse possibile con una console domestica. 
Fin dall’inizio, abbiamo aperto le nostre braccia agli sviluppatori, fornendo loro gli strumenti e la tecnologia per creare mondi belli ed espansivi e sperimentare nuove idee. 
Questo approccio ha portato alla diversità dei giochi per cui PlayStation è nota, un vero segno distintivo per il nostro marchio su più generazioni di piattaforme hardware.
Negli ultimi 25 anni, PlayStation è stata all’avanguardia nel settore dei giochi e sono onorato di far parte del team sin dai primi giorni. 
Mentre aiutavo ad avviare l’attività in Europa, ricordo di dover ricominciare da capo con molte cose, dall’assumere dipendenti all’ordinare mobili. 
All’epoca, ci siamo concentrati sulla ristorazione ai mercati locali per garantire che un giocatore in Polonia si sentisse parte della più ampia comunità PlayStation tanto quanto qualcuno nel Regno Unito, in Giappone o negli Stati Uniti, supportato da appassionati fan di tutto il mondo, la nostra attività è cresciuta in modo significativo e la nostra attenzione alla comunità è più importante che mai.
È davvero bello vedere i fan cresciuti su PlayStation tramandare il loro amore per i giochi ai loro figli, che ora giocano su PS4. 
A nome di tutti noi di PlayStation, grazie per aver intrapreso questo viaggio con noi.
Non vediamo l’ora di festeggiare ciò che verrà dopo con te! ”

La PlayStation originale ha ospitato alcuni dei più grandi videogiochi mai pubblicati. Per citarne solo alcuni, titoli come Resident Evil , Metal Gear Solid , Castlevania: Symphony of the Night, Final Fantasy VII e Silent Hill hanno lasciato un impatto indimenticabile sul settore. Di conseguenza, fino ad oggi il marchio PlayStation rimane uno dei più forti nel settore dei videogiochi.

Al momento, non sembra che la Sony abbia in programma di celebrare questo traguardo impressionante. L’anno scorso, la società ha rilasciato la console PlayStation Classic , un’offerta retrò che vantava 20 giochi precaricati. Purtroppo, PlayStation Classic non è riuscita a sopravvivere all’eredità del sistema originale che lo ha ispirato, grazie a una serie di scelte bizzarre, dal controller incluso ai giochi precaricati. Di conseguenza, il sistema è stato fortemente scontato da numerosi rivenditori. Fortunatamente, alcuni dei più grandi giochi della PlayStation sono stati resi disponibili in diversi formati su diverse console.

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.