Nuovi dettagli sulla retrocompatibilità di PS5 da Ubisoft

playstation 5

Una pagina di supporto sul sito web di Ubisoft sembra aver dato fine ad uno dei primi rumor sulla PlayStation 5 : la console non offrirà la retrocompatibilità con i giochi PS1, PS2 o PS3. Questa notizia probabilmente non sorprende , ma per coloro che ancora sperano in una retrocompatibilità di PS5 più robusta resta una brutta notiiza. Da notare che la dicitura che menziona la retrocompatibilità è stata rimossa dal sito di Ubisoft. Uno screenshot del testo originale può essere trovato nel Tweet qui sotto da @Wario64, mentre la versione modificata può essere trovata proprio qui .

La retrocompatibilità di PS5 VS Xbox Series X

È interessante notare che Sony deve ancora rivelare molto sulla retrocompatibilità della PS5. All’inizio di quest’anno, la società ha dichiarato che il sistema offrirà solo la retrocompatibilità per alcuni dei giochi più popolari di PS4 . Al momento, i giocatori non sanno quanto costerà il sistema o quali giochi saranno giocabili.

È interessante notare che la strategia della retrocompatibilità di Sony di questa generazione sembra essere in netto contrasto con quella di Microsoft. Xbox Series X sarà caratterizzato dalla piena retrocompatibilità con Xbox One, con una serie di giochi che riceveranno aggiornamenti gratuiti sulla prossima console. Tutti i segnali sembrano mostrare che Microsoft sta spingendo al massimo la funzionalità quando la console verrà rilasciata. In una chiamata sugli utili il mese scorso, il CEO di Microsoft, Satya Nadella, ha dichiarato che il sistema “verrà lanciato questo autunno con la più ampia lineup di lancio per qualsiasi console di sempre”, riferendosi apparentemente al numero di giochi che saranno giocabili il primo giorno.

Sebbene la retrocompatibilità di PS5 rimanga un mistero, il sistema offrirà almeno due grandi giochi durante la finestra di lancio. Marvel’s Spider-Man: Miles Morales e Ratchet & Clank: Rift Apart sono stati entrambi confermati come titoli di lancio da Insomniac Games. Per quelli meno interessati al passato e più interessati alla prossima generazione, questi due giochi potrebbero contrastare l’argomento della quantità contro la qualità. Per ora, i fan dovranno solo aspettare e vedere cosa succede!

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.