[Recensione] Spyfall – Doppio Gioco

Follow
9

Meraviglioso

Siete pronti per un’avvincente caccia alla spia? Indagini, due nemici infiltrati e venti luoghi segreti vi attendono in Spyfall Doppio Gioco!

Spyfall Doppio Gioco vi catapulta nel mondo degli agenti segreti: tra di voi si nasconde una spia che cerca di capire…dove si trova! Semplice no?! Tutti i giocatori ricevono una carta che mostra lo stesso luogo segreto, tranne uno che ha la carta Spia. I giocatori iniziano a indagare ‘Fa freddo fuori?’ oppure ‘Vieni qui tutti i giorni?’. Le informazioni scambiate potrebbero rivelare alla spia dove vi trovate:

  • Conosci il luogo segreto? Fallo capire agli altri, ma attento alla spia!
  • Sei proprio tu la spia? Drizza le antenne e, quando sarai interrogato, sarà meglio che inventi una risposta credibile!

Farete saltare la copertura della spia o sarà lei così scaltra da capire dove siete?

Un gioco semplice ma appassionante, dove ogni giocatore può mettere in discussione le proprie abilità di improvvisazione senza mai rinunciare al divertimento

Un regolamento semplice ed elastico permette di adattare facilmente ogni partita all’età e alle capacità dei giocatori, dando vita ad una esperienza di gioco “su misura” in grado di accontentare anche i gruppi più numerosi ed eterogenei. Spetta al gruppo stabilire:

  • Il numero dei round, che saranno compresi tra 2 e 20: a un numero elevato di partecipanti è preferibile associare un minor numero di turni, mentre per piccole comitive è necessario ricorrere a più match per non ridurre all’osso la durata del gioco. In entrambi i casi, si consiglia di adoperare almeno cinque round
  • Il numero di Spie: con Doppio Gioco si potrà giocare contro 1 o 2 avversari. Il loro numero dipenderà sia dal numero di giocatori che dal livello di difficoltà. Passare da una a due spie al di sotto dei sei giocatori equivale a rendere la partita più difficile, mentre l’impiego di un solo avversario in gruppi di almeno otto giocatori equivale a un livello semplice.
  • La lunghezza dei round, che dovrà tener conto sia del numero di partecipanti che dei turni: tempi troppo brevi renderanno i round troppo frenetici, ma se la durata è eccessiva qualcuno potrebbe annoiarsi! Per fortuna, nel regolamento non mancano suggerimenti a riguardo!

SEGUICI SU INSTAGRAM E FACEBOOK

Una volta decisi i tre dettagli, bisognerà preparare le carte prima di iniziare a giocare. Si dividono le 200 carte coi luoghi segreti in gruppi da dieci (in ogni mazzetto saranno contenute tutte le card collegate a uno specifico posto) e su ognuno di essi si posizionano due carte Spia. Questi blocchetti da 12 andranno riposti nelle 20 bustine trasparenti: se si ha l’accortezza di riporre ordinatamente le carte alla fine di ogni turno, questa procedura andrà eseguita solo la prima volta (e il gioco sarà pronto anche per le partite successive!)

carte spyfall

Ruolo sì o Ruolo no?

Il mazziere, che cambierà di turno in turno, sceglie un mazzetto dal mucchio e, dopo aver eliminato le carte in eccesso (senza sbirciare!), ne distribuisce una per giocatore. Dopo aver osservato i luoghi misteriosi, raccolti al centro del libretto delle istruzioni, è il momento di scoprire il proprio ruolo: sarete la spia o dovrete smascherarla?

Si entra nel cuore della partita: parte il cronometro e il mazziere pone la prima domanda a un giocatore a scelta, che sarà il prossimo ad interrogare i sospettati. Il quesito può essere o meno legato al luogo segreto e la risposta può essere di qualsiasi natura, purché non sia un’altra domanda. Sbizzarrite la fantasia per dare vita a un interrogatorio divertente e realistico!

In ogni carta luogo sono riportati sia il posto che il ruolo assegnato al giocatore e spetta al gruppo, prima di ogni partita, stabilire se adoperarlo o meno. I personaggi interpretabili sono dieci per ogni mazzetto e, oltre agli immancabili, ve ne sono alcuni sui generis: al matrimonio, oltre agli sposi e all’officiante, ci saranno anche il parente lontano e l’imbucato; in miniera sarà presente anche l’ispettore del lavoro, alla mostra d’arte lo studente, etc.

Questa varietà di individui, apparentemente estranei al contesto, oltre a dare vita a un ambiente più verosimile (in quanto lontano dai classici cliché), rendono più complessa la formulazione dell’accusa:

  • Nel caso di due spie, l’apparente inadeguatezza del personaggio al luogo segreto può indurre questi giocatori a confondere l’avversario col proprio partner
  • Per gli altri giocatori, invece, il ruolo può essere confuso con la spia!

Indipendentemente dal numero dei partecipanti, è fortemente consigliato l’uso dei ruoli, poiché aiutano i giocatori ad entrare più facilmente nello spirito del gioco. Con domande, risposte e accuse ispirate a quanto assegnato dalla carta, inoltre, i più timidi non hanno più scuse per mostrare a se stessi e agli altri di che pasta sono fatti.

spyfall doppio gioco

Vecchi Amici

Spyfall Doppio Gioco, oltre alla modalità classica, presenta una variante che agevola il compito delle spie. Con Vecchi Amici, infatti, i due giocatori sotto copertura hanno la possibilità di conoscere l’uno l’identità dell’altro e di impiegare questa informazione per confondere gli avversari.

Indipendentemente dalla modalità di gioco scelta in Spyfall, ogni turno può avere tre diversi epiloghi:

  • Il tempo scade. Il mazziere, dopo l’interrogatorio e la discussione, indice una votazione per stabilire chi sia la spia.
    • La spia vince se nessun giocatore è accusato all’unanimità o se l’imputato è innocente
    • Gli altri vincono se, dopo aver ottenuto un voto unanime, il giocatore accusato è realmente una spia
  • La spia si rivela. Il round può essere interrotto in qualsiasi momento per consentire al giocatore sotto copertura di rivelarsi agli altri. Dopo aver consultato i luoghi al centro del libretto delle istruzioni, deve indovinare il posto segreto. Se riesce nell’impresa ha vinto il turno, altrimenti il punto andrà agli avversari
  • Un giocatore fa una accusa. Dopo l’accusa parte la votazione e, se l’esito non è unanime, il turno prosegue indisturbato

Spyfall Doppio Gioco è perfetto sia per piccoli gruppi che per grandi comitive: gli interrogatori e le votazioni eliminano i tempi morti, rendendo possibile il continuo coinvolgimento di tutti i partecipanti. Queste caratteristiche rendono il gioco adatto alle feste, poiché aiuta gli invitati a socializzare e a conoscersi meglio, o alle serate in compagnia.

9

Meraviglioso

Present Physicist, Future Nobel Prize. Nerd. Hopeless Fangirl. Gamer. Unapologetically Shipper. Booklover and Proud. Trying to construct my own T.A.R.D.I.S. and travel with the Doctor.
Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0