[Recensione] La Notte dei Vampiri – Vampire Mafia

Follow
8

Ottimo

Siete pronti a dare vita a un imprevedibile Dungeon a tema Horror? Risate, assassinii e duelli verbali vi aspettano ne La Notte dei Vampiri, il party game distribuito da Pendragon Game Studio!

Umani e vampiri hanno vissuto insieme in questa vecchia città per interi secoli. La loro coesistenza non è mai stata facile, ma ha portato benefici a entrambe le parti. I vampiri hanno avuto a disposizione riserve di sangue praticamente illimitate. I mortali hanno potuto beneficiare della protezione dei potenti vampiri, con la certezza che i loro protettori avrebbero bevuto solo quello di cui necessitavano. I vampiri sono sempre stati fedeli alla loro promessa e non hanno mai ucciso un mortale. Questa bizzarra collaborazione tra vampiri e umani avrebbe potuto durare per sempre, ma… Tutto ebbe inizio durante un festival annuale, un’occasione di ritrovo per i vampiri provenienti da altre città, da villaggi dimenticati e da antichi sepolcri. Un gruppo di umani fanatici e ossessionati dall’idea di annientare tutti i vampiri venne a conoscenza dell’adunanza infiltrandosi in città. I cacciatori di vampiri furono in grado di confondersi tra i vampiri grazie ad una tecnologia all’avanguardia che gli permise di modificare il proprio sangue in modo che non odorasse più di sangue umano, diventando, così, indistinguibili dai veri vampiri. A mezzogiorno, quando i vampiri si nascosero dalla luce mortale del sole, i fanatici li scovarono e li uccisero senza pietà, uno alla volta. Come se questo non bastasse, si dice che sia giunta in città anche una mostruosa progenie dell’oscurità: un lupo mannaro! Il lupo mannaro uccide sia umani che vampiri con la stessa ferocia. I vampiri sono stati in guerra fin dall’alba dei tempi con i lupi mannari. Esattamente come gli umani, questi non sono altro che prede per i mutaforma. È giunto il momento di dichiarare guerra ai folli cacciatori umani e al lupo mannaro assetato di sangue! Tuttavia bisogna prima scovarli – dopo tutto, i vampiri sono inutili durante il giorno e i cacciatori si possono nascondere perfettamente tra i vampiri durante la notte

Il fascino della Larp in un gioco semplice ma accattivante

Basato sul gioco russo Mafia, ideato nel 1986 e divenuto famoso in tutto il mondo nella sua variante Werewolf, La Notte dei vampiri trasporta i giocatori in una vera e propria Larp. I partecipanti, attraverso l’assegnazione di una carta, sono chiamati a interpretare per l’intera partita il personaggio, immaginando come quest’ultimo parlerebbe, si muoverebbe o…risponderebbe alle accuse!

L’atmosfera caratteristica del dungeon dal vivo viene ricreata sia attraverso le carte (che sostituiscono la classica scheda) che dalla presenza di un Moderatore: prendendo il posto del classico Master, ha la responsabilità di ricreare l’atmosfera dark che si respirerebbe durante la tetra riunione, invogliando i giocatori a riconoscersi e, soprattutto, a divertirsi! Come un Deus Ex Machina, egli conoscerà tutti i ruoli e gli intrighi e, senza mai poter parteggiare per una della tre fazioni.

Nonostante le affinità con la Larp, La notte dei vampiri è un gioco semplice e, al contempo, carico di sfumature che lo rendono differente dal classico gioco di ruolo: non è necessario aver letto il bestiario o conoscere l’evoluzione dei punteggi del proprio personaggio, ma basta seguire la propria fantasia per dare vita ad avventure sempre diverse.

40 Personaggi giocabili

Sarai la Sposa o Kitsune? Il Neofita o la Lamia? Attraverso 40 carte (di cui 5 del Moderatore), sarà possibile assegnare il ruolo ai restanti giocatori, il cui numero potrà variare tra 5 e 19. La distribuzione può avvenire in tre modi differenti e con tre diversi gradi di difficoltà:

  • Il ruolo è scelto dai giocatori. Ogni giocatore, dopo aver concordato il livello di difficoltà, sceglie autonomamente la propria carta.
  • Il Moderatore sceglie i ruoli. Attraverso la propria conoscenza dei membri del party, il Moderatore selezionerà dal mazzo le carte che ritiene più adatte. Si può aggiungere un po’ di pepe al party inserendo coppie o fratelli in due fazioni differenti
  • Il fato sceglie i ruoli. Si divide il mazzo nelle quattro categorie e si pescano a carte coperte tanti ruoli quanti ne richiede la griglia di gioco.

Indipendentemente dalla modalità scelta, il mazzo ridotto sarà mescolato dal Moderatore, che consegnerà a ogni giocatore una carta coperta. Grazie al libro dei ruoli, il party potrà comprendere appieno le caratteristiche e le abilità dei personaggi speciali presenti in partita

La notte dei vampiri possiede tre diversi gradi di difficoltà:

  • FACILE. Si adoperano solo vampiri e cacciatori normali e il Moderatore gioca col ruolo di Conte. Non sono presenti Licantropi
  • NORMALE. Oltre ai Vampiri e ai Cacciatori, che ammettono ruoli speciali, sono presenti anche i Licantropi
  • DIFFICILE. La partita presenta complicazioni extra per i Cacciatori,per i Vampiri o per entrambi. Gli umani finiranno col non riconoscersi nella modalità Cacciatori Turisti e i Vampiri giustizieranno ad occhi chiusi con Vampire Masquerade

Una volta scelta la difficoltà del gioco, è possibile adoperare uno degli scenari proposti dal regolamento, che partono da un minimo di 9 giocatori (il nostro preferito è La Battaglia degli Osservatori)

Un gioco perfetto per le grandi comitive…

Poiché contempla fino a 20 giocatori per partita, La notte dei Vampiri è un gioco perfetto per intrattenere un numero elevato di persone di (quasi) tutte le età!

Attraverso l’alternanza dei giorni e delle notti prevista dal gameplay, si vive una esperienza immersiva in un mondo horror che può essere arricchito dalla letteratura e dai film sia classici che moderni: i Vampiri saranno imparentati al Dracula di Stoker o amici di Magnus di Shadowhunters? La loro caratterizzazione dipenderà anche dalla fantasia e dalle preferenze della comitiva!

Il gioco, pensato per un party abbastanza numeroso, può coinvolgere anche un numero inferiore di giocatori: con la modalità Moderatore Temporaneo, ad esempio, sarà possibile vivere un’esperienza immersiva anche con cinque giocatori, mentre con Guardie al Cancello ne basteranno solo tre!

…anche all’aperto!

La scatola che contiene il gioco è abbastanza contenuta da poter essere trasportata in una borsa di medie dimensioni o in uno zainetto, per vivere l’esperienza di gioco anche al di fuori delle mura domestiche.

Poiché non necessita di dadi o di un tavolo di appoggio, la notte dei vampiri è perfetta anche per un picnic o una pasquetta con gli amici e, perché no, come sostituto della classica tombolata natalizia!

8

Ottimo

Present Physicist, Future Nobel Prize. Nerd. Hopeless Fangirl. Gamer. Unapologetically Shipper. Booklover and Proud. Trying to construct my own T.A.R.D.I.S. and travel with the Doctor.