[Recensione] Kingsburg – The Dice Game

Follow
8.5

Ottimo

Quanto è difficile governare una provincia fresca di conquista? Scopriamolo insieme con Kingsburg – The Dice Game, un avvincente gioco gestionale di dadi ambientato nel regno fantasy di Kingsburg!

Nel regno di Kingsburg Re Tritus ha inviato i suoi governatori più promettenti (voi!) nelle province di confine recentemente annesse al regno. In queste province tutto è ancora da costruire: potete riuscirci solo con l’aiuto dei consiglieri reali. Erigete palazzi, fortificate le difese, addestrate il vostro esercito! Ma attenti: bellicosi nemici si ammassano ai confini, pronti a invadere la vostra provincia.


Un gestionale entusiasmante e travolgente, in grado di stimolare il pensiero laterale

Il gioco, ideato per gruppi da due a cinque giocatori, consente sin dal primo tiro di dadi di calarsi completamente nel proprio ruolo e di tenere sotto controllo la regione assegnata attraverso il foglio ‘Governatore della Provincia’.

Ogni foglio è diviso in più sezioni:

  • Tracciato delle Truppe – Il Regno di Kingsburg è circondato da barbari pronti a invadere il vostro territorio: è necessario mantenere alto il numero (e le prestazioni) delle vostre truppe per difendere quanto creato! E’ possibile incrementare il livello di difesa attraverso la costruzione di Torre di Legno, Torre Fortificata o Fortezza, mediante l’intervento dei consiglieri o grazie a particolari risultati dei dadi (coppia di truppe con un generico lancio). Il tracciato delle truppe registra la resistenza della Provincia grazie al numero di caselle annerite.
  • Tracciato del Tempo – Il tempo sarà il vostro avversario più temuto, poiché direttamente proporzionale all’avvento dei temuti invasori! Ogni turno ha durata che oscilla tra uno e quattro unità di tempo: alla fine di ogni round si dovranno annerire un numero di caselle pari a 1+n con n=numero di clessidre ottenute durante i lanci. Alla fine di ogni anno bisognerà affrontare le invasioni, confrontando il numero degli eserciti avversari con il tracciato delle truppe. Riuscirete a salvare la vostra amata Provincia?
  • Legenda dei Segnalini di Gioco – Ogni coppia di corone, ottenibile dal lancio dei dadi, può fornire importanti vantaggi nella gestione della propria regione o di una confinante, scelti dalla legenda dei segnalini: attenti alla richiesta, perché potrebbe fare la differenza nelle ultime fasi del gioco!
  • Edifici – Prima della fine di ogni turno, sarà possibile costruire un edificio grazie all’aiuto dei consiglieri: in base ai risultati dei dadi, una o più componenti della corte del Re forniranno risorse necessarie per i lavori. Se i materiali (quali oro, legno o pietra) bastano per la struttura scelta, allora si procede con l’edificazione (che sarà registrata sul foglio cerchiando l’edificio scelto). Ogni costruzione fornirà vantaggi (dado extra o un limite alle clessidre) o risorse virtuali (truppe o materiali da costruzione) e assegnerà Punti Vittoria alla fine della partita. Ma attenti alle invasioni! Se non riuscirete a difendere la vostra Provincia, perderete parte degli edifici.
kingsburg dadi

Poiché ogni regione viene gestita in maniera indipendente, la vera sfida non è giocatore vs giocatore, bensì giocatore vs invasori. Questa scelta priva apparentemente Kingsburg – The Dice Game di una viva competizione tra governatori, che sono costretti a considerare l’operato altrui solamente in vista della battaglia finale e durante la costruzione degli edifici speciali (una volta costruiti, non potranno essere edificati dagli altri concorrenti nemmeno in caso di distruzione da parte dei barbari).

In realtà, l’apparente isolamento delle Province consente ai giocatori di sfruttare il pensiero laterale per intuire il comportamento dei compagni ed anticipare le loro azioni mediante l’opportuno tiro dei dadi e l’edificazione delle strutture più ambite. Un giocatore che ritira i dadi con la coppia di truppe, ad esempio, potrebbe dichiarare (senza accorgersene) il desiderio di costruire una fortezza. Alla classica strategia dei giochi gestionali si affianca un’analisi accurata dei propri avversari, che, potendo essere influenzati in pochi modi, devono essere compresi e anticipati per ottenere il maggior numero di punti vittoria.

Partite brevi? Dipende dagli avversari!

Ogni round è divisibile in quattro fasi:

  • Tiro dei Dadi – Ogni dado può essere ritirato più volte, finché il giocatore non è soddisfatto o non compare una clessidra come risultato.
  • Analisi dei Risultati – Oltre alla temuta clessidra, che avrà effetti negativi sul tracciato del tempo, dai dadi si potranno ottenere Truppe, che influiranno sull’omonimo tracciato, Corone o Facce Numerate. Quest’ultime permetteranno, attraverso la Plancia ‘Corte di Re Tritus’, di comunicare con uno o più consiglieri per di ottenere risorse virtuali o rinforzi per l’esercito.
  • Costruzione degli Edifici – Le risorse virtuali ottenute nel turno possono essere unite a quelle fornite dai fabbricati per dare vita a nuovi edifici, in grado di ottimizzare l’ottenimento di risorse, migliorare la protezione della Provincia o regalare interessanti bonus. In ogni turno, ogni giocatore può dare vita a un solo edificio, perdendo le risorse non adoperate nel round.
  • Scontro con gli Invasori – Al termine di ogni anno, sarete costretti ad affrontare un’invasione da parte degli eserciti confinanti, il cui numero delle truppe è evidenziato al lato del tracciato del tempo (insieme ai relativi punti vittoria). Indicando con I il numero di truppe avversarie e con P il numero di truppe reali e virtuali possedute:
    • Se I<P allora la battaglia è stata vinta e si registreranno i punti corrispondenti
    • Se I=P allora vi è un pareggio e non si ottengono né premi né penalità
    • Se I>P allora la battaglia è stata persa e il vostro edificio dal più importante distrutto dall’orda
kingsburg dadi

Ogni partita ha durata che dipende sia dal numero dei giocatori che dal loro approccio al gioco: avversari con strategie ben precise daranno vita a turni brevi ma meditati, mentre i governatori più confusionari tenderanno a tirare troppe volte i dadi, vagliando ad ogni lancio tutte le configurazioni possibili e, di conseguenza, allungando la durata di ogni round! Sebbene non vi sia un limite di tempo, i lanci dei giocatori più indecisi sono bloccati, oltre che dalle occhiatacce, dalla tutt’altro che sporadica comparsa delle clessidre.

Modalità Prima Partita

Oltre alla modalità classica, Kingsburg – The Dice Game presenta una modalità ideata per coloro che si approcciano per la prima volta al gioco: con Prima Partita ogni giocatore può scegliere di edificare, prima di iniziare, una costruzione a scelta della prima colonna.

Questa variante è consigliata anche a governatori che si confrontano con avversari esperti e, di conseguenza, può ridurre il dislivello durante le prime fasi della partita. E ora? Non vi resta che tentare di amministrare con saggezza le nuove annessioni al regno di Kingsburg!

Continuate a seguirci sulle nostre pagine Facebook e Instagram

8.5

Ottimo

Present Physicist, Future Nobel Prize. Nerd. Hopeless Fangirl. Gamer. Unapologetically Shipper. Booklover and Proud. Trying to construct my own T.A.R.D.I.S. and travel with the Doctor.