Insegnante licenziato per giocare a “Fortnite” con gli studenti

insegnate licenzianto per fortnite

Un’insegnante della palestra di Brooklyn, licenziato dal suo lavoro per aver giocato a Fortnite con i suoi studenti il ​​mese scorso, sta cercando di fare causa per riaverlo.

Secondo The Post , Brett Belsky, un insegnante di ginnastica di 29 anni alla MS 890, ha tentato di mettersi in contatto con i suoi studenti. Infatti nel gennaio 2018 offerto loro di giocare insieme su Xbox One se seguivano la lezione.

“Come insegnante, puoi raggiungere il meglio che puoi”, ha detto Belsky. “Questi ragazzi parlano di videogiochi e così ho detto, ‘Se riesci a fare questo lavoro, forse giocherò contro di te'”.

Secondo l’insegnante, l’idea interessava alcuni dei suoi studenti, i quali consigliava di ottenere il “consenso dei genitori” prima di entrare e provare a ottenere qualche vittoria con lui.

E come ci si aspetterebbe da un buon insegnante, Belsky ha mantenuto la sua promessa e ha giocato al Battle Royale per 20 minuti con due dei suoi studenti nel marzo 2018. Tuttavia, uno di questi studenti ha riportato quanto successo a suo padre, che lo ha poi segnalato al preside della scuola. Non molto tempo dopo, Belsky si è ritrovato senza lavoro, ma tutto questo potrebbe presto cambiare.

Nella sua causa contro il Dipartimento dell’educazione, l’ex insegnante ha detto che stava semplicemente facendo il suo lavoro come un grande educatore.

“Come qualsiasi grande educatore farebbe, Mr. Belsky ha cercato il modo migliore per motivare e connettersi con i suoi studenti”, recita la causa. “Nella primavera dell’anno scolastico 2017-2018, Mr. Belsky ha sentito i suoi studenti parlare di un videogioco di fama internazionale chiamato” Fortnite “.”

La causa continua:

“Allo stesso tempo, ha scoperto che alcuni di questi studenti non si stavano concentrando sul loro lavoro scolastico. In sostanza, ha dichiarato a loro ‘… se presti attenzione e fai bene i lavoro in classe, potresti giocare contro di me online’ “

“Ha scritto il suo nome utente sul gioco popolare in classe. Parlò anche di questa tattica, e un’altra che prevedeva di regalare un disco da hockey autografato come ricompensa, con la madre dello “Studente A”, in una conferenza per insegnanti/genitori. “

Belsky sostiene di essere stato licenziato ingiustamente dal Dipartimento dell’Istruzione, e osserva che le indagini nel caso non hanno prodotto nulla. Secondo la causa – il dipartimento “ha cercato di costruire una falsa narrazione sulla condotta di Mr. Belsky al di fuori delle indagini ” .

Il rapporto non indicava che qualcosa di inappropriato avvenisse tra il signor Belsky e lo studente. Infatti, quando gli fu chiesto delle tattiche del signor Belsky con suo figlio, il rapporto della SCI indicava che “la madre A riteneva che questa condotta fosse appropriata e motivante”.

L’ex insegnante di ginnastica sottolinea inoltre che il DOE non ha potuto classificare correttamente la sua presunta cattiva condotta, perché tali linee guida non esistono per qualcosa di simile.

Belsky chiede al giudice di ordinare al DOE di rinnovare la sua licenza di insegnamento, cancellare le accuse dai suoi archivi, restituirgli il lavoro, pagare le spese legali e retribuzioni.

Al momento della pubblicazione, il caso è ancora in corso, ma il DOE ha fornito una dichiarazione in merito:

“Sig. Belsky è stato licenziato in base alla sua prestazione complessiva, inclusa una revisione di questo caso. Esamineremo la causa “.

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.