[GUIDA] Assassin's Creed Odyssey - Dove trovare gli animali mitologici ~ NerdLog

[GUIDA] Assassin’s Creed Odyssey – Dove trovare gli animali mitologici

[GUIDA] Assassin’s Creed Odyssey – Dove trovare gli animali mitologici

C’è molto da sperimentare nell’enorme Open World di . Ma come è tradizione, la serie di Assassin’s Creed ha un modo molto strano di fondere accuratezza storica con bizzarri elementi soprannaturali – e Odyssey non fa eccezione. 

Mentre affronterai per lo più pirati, fanti e membri del Culto del Kosmos in tutti i vari luoghi del mondo, ci sono alcuni incontri che richiedono uno sforzo in più.

In questa sezione, analizziamo la linea di missioni più coinvolgente e unica di Assassin’s Creed Odyssey, che ti contrappone a varie bestie mitologiche che fanno riferimento alla mitologia greca, tra cui la mortale Medusa e il Ciclope. Oltre a darti tutti i dettagli su come trovarli, ti offriamo anche alcuni suggerimenti su come superare le loro sfide uniche. Ovviamente, ci sono alcuni spoiler in questo articolo, che si riferisce al punto centrale del gioco. Procedi con cautela.

Da dove cominciare

Per iniziare la tua missione per sconfiggere le quattro creature mitologiche che si nascondono nell’antica Grecia, dovrai raggiungere il punto medio nella missione principaledi Odyssey, che ti porterà nell’isola di Thera, appena a nord di Messara. Dopo aver risolto gli enigmi per entrare nelle rovine, incontrerai un personaggio molto importante all’interno, che ti darà una nuova quest-line di Odyssey chiamata Tra due Mondi. Questa missione ti impegna a trovare quattro artefatti Isu persi che sono stati rubati, che sono ora nascosti nel mondo della Grecia.

Mentre potresti avere l’impulso di mollare tutto dopo il filmato, vi consigliamo di tenere duro e continuare. Non solo avrai le carte giuste per affrontare alcune delle sfide più difficili, ma anche alcuni degli equipaggiamenti leggendari che escono da queste missioni diventeranno più potenti. Ti consigliamo di completare la storia principale, che ti porterà attraverso molte delle isole e locali che ospitano questi artefatti perduti. Quello che segue è l’ordine migliore per trovare queste creature, in base al livello.

La Sfinge e dove trovarlo

Contrassegnato come quest di livello 35, la missione Signore della Sfinge ti impegna a trovare un artefatto nascosto in Boetia. Situato sulla costa meridionale del lago Koapis, troverete antiche rovine di Isu avvolte dalla nebbia. A queste rovine troverai una statua della Sfinge e un NPC di nome Gorgia, che sta cercando un pezzo di medaglione per svelare i segreti del tempio. Incaricando di trovare il suo apprendista, inizierai la prossima tappa della ricerca, che ti porterà nella tomba di Menoikeus. Situato nella parte nord-orientale della regione delle Pianure Rotonde in Boetia, troverai i resti dell’apprendista, ucciso da un leone alfa nelle vicinanze – che ha anche mangiato l’altra metà del medaglione. Dopo aver recuperato il pezzo, torna alle rovine per procedere con la parte successiva della missione.

Una volta che torni, scoprirai che Gorgia e la statua sono scomparsi. Prima di proseguire, assicurati di salvare i tuoi progressi. Prendendo il pezzo del medaglione lasciato da Gorgia, sarai in grado di posizionare l’oggetto su un piedistallo tra le rovine, che evocherà la sfinge mitologica. Sorprendentemente, non ti impegnerai in un vero combattimento con la Sfinge, ma piuttosto un gioco di attenti ingegni. Dopo aver parlato con la bestia, inizia la sfida. Avrai solo una possibilità di finire questo incontro, poiché offrire una soluzione errata agli enigmi comporterà la morte immediata. Inoltre, ogni ricarica successiva del tuo salvataggio vedrà una serie diversa di indovinelli offerti.

Pensa attentamente prima di dare le tue risposte alle domande della Sfinge, poiché le tue risposte si applicano anche a diverse rune sparse per le rovine, che devono essere attivate dopo che gli enigmi sono completi. Se non riesci a trovare la runa assegnata alle tue risposte date, allora dovrai dare la risposta che più ti sembra adatta. Dopo aver completato correttamente gli enigmi, raccoglierai il tuo primo artefatto, insieme a un leggendario Sfinge Polena per la tua nave.

Il Ciclope – Dove trovarlo

Presto sarai consapevole della posizione di questa particolare bestia mitologica nella tua avventura. Sull’isola di Thisvi, appena a sud di Phokis (una delle prime aree dove si arriva dopo aver preso la nave), troverete le antiche rovine di Isu dopo essere state immerse nella baia interna dell’Isola Dimenticata. Tuttavia, la porta che conduce al mitico Ciclope è sigillata e rimarrà tale fino a quando non intraprenderai la ricerca necessaria.

Il livello consigliato è il 35, la missione che apre le camere del Ciclope si trova sull’isola di Kythera, verso il bordo meridionale della mappa. Dirigetevi verso la regione conosciuta come Pilgrim Hill per trovare un donatore di missioni nei pressi di una statua, ricevendo la missione Un Dio Tra Gli Uomini.

Una volta tornati alla piccola isola, dirigiti nella metropolitana dell’isola per trovare Empedokles fuori dalla porta, che è pronto a ricongiungersi con il suo Dio. Basta dire che le cose non funzionano per Empedokles e che sei lasciato a combattere contro la creatura mitologica. Come uno dei più grandi nemici nel gioco, il Ciclope ha un vantaggio quando si tratta di forza . 

Tuttavia, è possibile sfruttare la lentezza nel movimento del boss. Puoi anche mirare all’ovvio punto debole del suo occhio luminoso con i tuoi attacchi a distanza, infliggendo un danno solido. A metà del combattimento, il ciclope diventerà più aggressivo, con la conseguente caduta di detriti in tutta la camera.

Il Minotauro – Dove trovarlo

Situato a Messara, sull’isola nella parte sud-orientale della mappa, incontrerai una piccola città nelle colline del Minotauro che adora la potente bestia. Quest’area è un ottimo posto per imparare di più sulla storia della regione, salire di livello e ottenere nuovi equipaggiamenti – tra cui un casco replica del Minotauro (che è solo una testa di toro modellata in un elmo).

Appena ad ovest della città, troverai le rovine del Palazzo di Cnosso situate nell’eredità di Mino. In questa zona troverai un bambino di nome Ardos, che sta cercando di salvare suo padre perso nelle camere del Minotauro sotto il palazzo. Iniziando la ricerca Miti e Minotauri, imparerai di più sul labirinto e scoprirai che dovrai trovare il medaglione per aprire l’accesso.

Da qui, inizierai la quest-line di Minotauri e Uomini, che include missioni secondarie in tutta la regione, tra cui Sangue nell’Acqua, Ricordo e Cerchia Completa. Lungo la strada, interagirai con gli alleati del padre di Ardos, i mercanti locali e sarai l’attuale custode del ragazzo. La quest-line che coinvolge l’essere il custode ti farà incrociare con il Pesce Spada, che per caso è un membro del Culto di Kosmos. Dopo aver completato queste attività, acquisirai la chiave del labirinto del Minotauro. Mentre esplori il labirinto, troverai il corpo del padre di Ardos e, non molto tempo dopo, incontrerai la bestia mitologica.

La battaglia con il Minotauro può essere piuttosto impegnativa, il che richiede che tu abbia almeno il livello 40 per poterla concludere con successo. In questa battaglia, dovrai evitare molti degli attacchi del Minotauro e attaccare quando è vulnerabile. La sua mossa più potente è l’attacco d’Ariete, che per fortuna puoi vedere arrivare. La bestia può anche stordirsi quando si piega contro un’ostruzione.

Una volta sconfitto il minotauro, otterrai il prossimo artefatto e una nuova ascia leggendaria conosciuta come Labrys del Minotauro.

Medusa – Dove trovarla

Per l’ultima bestia mitologica, dovrai recarti sull’isola di Lesbo, situata nell’angolo nord-orientale della mappa. A questo punto del gioco, avrai probabilmente finito la storia principale prima di viaggiare verso quest’isola, che è una delle aree più difficili di Odyssey. Per iniziare la ricerca, dirigetevi verso la città di Eresos nella valle pietrificata, che si trova sulla costa sud-occidentale dell’isola. In città troverai un NPC femminile di nome Bryce. Dopo aver conversato con lei, inizierai la ricerca All’inseguimento del giardino di pietra, che ti impegna a trovare il suo amante perso nel Tempio Pietrificato. Dopo aver appreso di più sul Tempio e dei suoi misteri, avrai bisogno di una nuova missione chiamata Ombre di Serpenti, insieme a tutte le sue sotto-missioni che aprono il percorso verso Medusa.

Queste missioni secondarie impiegheranno un pò di tempo per essere finite, visto che ti faranno viaggiare attraverso Lesbo e verso la vicina isola di Chios. Una missione ti ha infiltrato in un villaggio pieno di cacciatori di donne, che sono tutti armati letali e combattenti agili. Tuttavia, se hai già completato la quest-line di Artemis che prevede la caccia agli animali leggendari, le tue scelte in quella missione possono permetterti di diventare il capo del villaggio, permettendoti di andare e venire senza incidenti. L’altra ricerca ti fa rintracciare un avventuriero che ha fatto la dubbia affermazione che brandisce la lancia che ha ucciso Medusa. Dopo aver completato i passaggi necessari, torna al tempio per aprire la strada che conduce alla tana di Medusa.

La battaglia contro Medusa è l’incontro più difficile e complesso di Odyssey. Scegliendo di combattere a distanza con una squadra di mercenari di pietra al suo fianco, Medusa può pietrificare bersagli – cioè voi – mentre sta anche chiamando attacchi aerei che infliggono gravi danni. Per rimuovere il suo scudo protettivo, dovrai eliminare le sue guardie, evitando il suo sguardo pietrificante e gli attacchi magici. 

In tutta la stanza ci sono diversi pilastri di pietra, che possono offrire una protezione sicura dal suo sguardo. Dopo aver eliminato i servi, la bestia diventerà vulnerabile, permettendoti di infliggerti un danno diretto. Durante questo stato, Medusa si teletrasporterà intorno all’arena e immediatamente seguirà un attacco di energia a distanza. Questo sarà un lungo combattimento, quindi sii paziente e segui un certo ritmo di attacchi, sia a distanza che a distanza ravvicinata

 

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.
banner
error: Contenuto protetto