Ecco tutti i dettagli della Playstation 5

Dettagli della playstation 5

La sua uscita è ancora lontana, ma la PlayStation 5 è realtà. Prima di presentare ufficialmente la sua console PS5 di prossima generazione, Sony ha compiuto l’insolito passo di rivelare una varietà di informazioni sul suo prossimo sistema in un’intervista a Wired . In esso, l’ architetto del sistema di PlayStation 4 Mark Cerny ha parlato del lavoro sul successore di PS4, che a questo punto è senza nome ma presumibilmente si collocherà con le console del passato di Sony e sarà chiamato PlayStation 5. Cerny ha rivelato dettagli sul supporto PSVR, compatibilità con le versioni precedenti, versioni di giochi cross-gen, specifiche e molto altro ancora, anche se alcuni dettagli chiave, tra cui un prezzo specifico e una data di rilascio, sono ancora sconosciuti.

PLAYSTATION 5 SARA’ RETROCOMPATIBILE

Nell’intervista, Cerny ha confermato che la PlayStation di nuova generazione è parzialmente basata sull’architettura PS4, il che significa che è retrocompatibile . Cerny ha anche rivelato che non è un dispositivo interamente digitale e accetta dischi fisici. L’articolo di Wired descrive la transizione da PS4 a PS5, come indicato da Cerny, come “gentile”. Inoltre numerosi giochi saranno rilasciati sia per PS4 che per la console di nuova generazione. La descrizione di una transizione delicata indica che la PS5 sarà un’iterazione su PS4, invece di essere drasticamente diversa dal modo in cui la PS3 proveniva dal suo predecessore.

L’architettura condivisa tra PS4 e PS5, naturalmente, crea il percorso per i giochi sviluppati sul primo da apparire su quest’ultimo. Uno di questi giochi è Death Stranding, sviluppato dal creatore di Metal Gear Hideo Kojima e dal team di Kojima Productions. Nell’intervista, a Cerny è stato chiesto in che modo Death Stranding si inserisca nei piani PS5 di Sony per avere versioni cross-generation e, secondo quanto riferito, ha sorriso, prima che un portavoce si limitasse a ripetere che il gioco sarebbe arrivato su PS4. Ovviamente, questa non è una chiara indicazione dei piani di Sony.

SPECIFICHE DI PLAYSTATION 5

Ospitato nella console sarà un chip AMD che ha una CPU basata sulla terza generazione Ryzen. Avrà otto core del microchip Zen 2 a sette nanometri. Anche se la console supporterà 8K, la visualizzazione a questa risoluzione dipenderà dal televisore

La grafica, nel frattempo, sarà guidata da una versione personalizzata della linea Navi di Radeon. Questo chip grafico supporterà il ray tracing, qualcosa che sta diventando popolare nei film e nei videogiochi. Sebbene sia tradizionalmente considerata una tecnica di illuminazione, Cerny afferma che ci sono implicazioni oltre a creare ambienti realistici.

“Se volevi eseguire dei test per vedere se il giocatore può sentire certe sorgenti audio o se i nemici possono sentire i passi dei giocatori, il ray tracing è utile per questo”, ha spiegato.

In effetti, l’audio è uno dei principali miglioramenti di cui Cerny desidera parlare. Il chip AMD abiliterà l’audio 3D, e questo, secondo Cerny, è la chiave per immergere i giocatori più in profondità. Ciò ha portato naturalmente a discussioni su PlayStation VR, e mentre Cerny non ha confermato se verrà rilasciata una nuova versione dell’auricolare Sony, quella esistente sarà supportata.

“Non entrerò nei dettagli della nostra strategia VR … oltre a dire che la VR è molto importante per noi e che l’attuale cuffia PSVR è compatibile con la nuova console”, ha confermato.

Un altro salto chiave che la prossima PlayStation farà arrivare attraverso il suo disco rigido. Questi SSD sono relativamente diffusi ora nei portatili, e quello che Sony sta portando alla prossima PlayStation è descritto come specializzato per l’hardware.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM E FACEBOOK

Cerny ha dimostrato il cambiamento che un SSD introduce nei giochi confrontando una sequenza di caricamento da Spider-Man di Insomniac su un PS4 Pro standard e un kit di sviluppo della PlayStation di prossima generazione. Nel primo caso, erano circa 15 secondi, mentre nel secondo era di 0,8 secondi. Questo, ha aggiunto Cerny, ha implicazioni su come anche il mondo può essere reso, il che a sua volta influisce sulla rapidità con cui Spidey può muoversi nel mondo. Sul nuovo hardware, la telecamera si muove attraverso la città molto più rapidamente, poiché l’hardware è in grado di tenere il passo con i requisiti di rendering.

Discutendo dell’SSD, Cerny ha dichiarato: “La velocità di lettura grezza è importante, ma lo sono anche i dettagli dei meccanismi I / O [input-output] e lo stack software che abbiamo messo sopra. Ho ottenuto una PlayStation 4 Pro e poi Ho inserito un SSD che costa quanto PlayStation 4 Pro: potrebbe essere un terzo più veloce. “

Cerny non ha fornito dettagli su nessuno dei servizi o una panoramica più ampia della visione di PlayStation per la prossima generazione di giochi, concentrandosi invece sul nocciolo del suo hardware. Al momento non è chiaro quando la console sarà completamente svelata. Tradizionalmente, Sony avrebbe debuttato con le sue nuove PlayStation all’E3, ma quest’anno la compagnia non avrà la sua consueta conferenza stampa. Ciò fa sì che PlayStation Experience, uno dei suoi nuovi stream State of Play di Nintendo Direct o un evento di annuncio autonomo di PS5 come possibilità: si presume che stia pianificando di rivelare la PlayStation 5 quest’anno.

IL PROSSIMO PSVR?

Sebbene Sony non abbia ancora confermato definitivamente un successore di PlayStation VR, la società ha chiarito che intende migliorare il design della cuffia con iterazioni future. Parlando con CNET alla Collision Conference di Toronto, il responsabile globale della R & S Dominic Mallinson di PlayStation ha affermato che Sony intende rendere le versioni future di PlayStation VR più leggere e meno ingombranti dai fili. È possibile che ci sia anche una versione completamente wireless oltre a un modello più tradizionale, con la versione wireless che costa di più.

Il rapporto CNET ha anche detto che PlayStation sta prendendo in considerazione l’utilizzo della tecnologia eye-tracking nelle sue cuffie. Questo è qualcosa che abbiamo visto negli auricolari premium come Vive Pro, e avrebbe lasciato il posto a schemi di controllo più sensibili e intuitivi nei giochi di realtà virtuale.

Il successore di PlayStation VR probabilmente non sarà pronto per il lancio insieme alla PS5 stessa, in particolare perché l’auricolare originale sarà compatibile con il nuovo sistema. Tuttavia, quando arriverà, Sony prevede di utilizzare un controller diverso rispetto all’era PlayStation Move di PS3. Con gli ecosistemi Vive e Oculus che utilizzano entrambi i controlli tattili, potrebbero trovare la loro strada anche nella tecnologia di PlayStation VR. Sony sta anche esplorando potenzialmente la realtà mista attraverso telecamere pass-through.

PLAYSTATION NOW

Il cloud gaming sarà possibile su PS5, anche se l’esatta estensione di questo rimane sconosciuta. Il servizio di abbonamento PlayStation Now rende possibile lo streaming di giochi anche su console Sony legacy, ma Sony dovrà affrontare una dura concorrenza.

Microsoft prevede di iniziare i test per il suo servizio Project xCloud entro la fine dell’anno e Google ha presentato Stadia, un servizio di streaming progettato per combinare i migliori elementi di giocatori, sviluppatori e creatori di contenuti.

Nel suo briefing per gli investitori del maggio 2019, Sony ha condiviso che ha un approccio a tre punti alla distribuzione del gioco nel suo sistema di prossima generazione: dischi Blu-ray, download e streaming. Per lo streaming, si sta concentrando sul farlo “con o senza una console”.

Curiosamente, Sony ha recentemente annunciato una  partnership con Microsoft sulla tecnologia cloud, che verrà utilizzata sia per i contenuti dei videogiochi che per l’intelligenza artificiale.

L’annuncio di Microsoft ha detto che esplorerà l’uso dei suoi data center di Azure per i servizi di streaming di gioco di Sony. Microsoft ha più di 50 data center a livello globale, ovvero più del triplo del numero attualmente utilizzato per PlayStation Now.

Sappiamo che Sony desidera investire ulteriormente in piattaforme mobili per PlayStation Now, che potrebbero infine portare a qualcosa di simile a ciò che Microsoft ha pianificato per Project xCloud. PlayStation Now supporterà almeno una risoluzione di 1080p in futuro, e il suo requisito di 5 Mbps è molto inferiore a quello di Google Stadia .

GIOCHI PER PLAYSTATION 5

Gli sviluppatori stanno restando a bocca aperta sul fatto di avere in mano i dispositivi di sviluppo PS5.

Cyberpunk 2077

Lo sviluppatore di The Witcher 3  , CD Projekt Red, è al lavoro per il loro prossimo gioco,  Cyberpunk 2077 . In una conferenza del 2018 a Bergen, i direttori dello studio hanno presentato una presentazione sul gioco che includeva una diapositiva con la frase “Immagini ricche e realistiche basate sulla tecnologia attuale e di prossima generazione.” Ciò potrebbe significare un sacco di cose, naturalmente, ma si potrebbe interpretare questo come un cenno al fatto che stanno contemporaneamente sviluppando il gioco sia per la console attuale sia per quella di nuova generazione, di cui la PS5 dovrebbe essere una.

Allo stesso modo, il   creatore di Gran Turismo Sport Kazunori Yamauchi ha fatto un commento che potrebbe suggerire che stanno già armeggiando con la PS5. Durante un tour in studio, ha detto a Finder.com che le nuove auto impiegano così tanto tempo a svilupparsi perché “costruiscono le versioni future della console piuttosto che quelle che vediamo oggi”.

Death Stranding di Sony , che è previsto per una versione per PlayStation 4, potrebbe arrivare su PlayStation 5. L’analista del settore Michael Pachter ha detto che il gioco sarà “probabilmente un titolo generazionale”. Sony non ha fatto queste cose molto spesso in passato, anche se un certo numero di giochi di terze parti è stato rilasciato sia su PlayStation 3 sia su PlayStation 4 all’inizio della generazione.

death stranding

È stato anche riferito che la maggior parte dei team di sviluppo interni di Sony ha spostato l’attenzione su PlayStation 5. L’analista di settore Daniel Ahmad ha dichiarato che “la maggior parte” dei team di Sony era ora sul sistema senza preavviso e che alcuni giochi che erano in sviluppo per PlayStation 4 potrebbe anche vedere una versione su PlayStation 5.

Sony potrebbe anche commercializzare semplicemente le versioni per PlayStation 4 insieme alla PlayStation 5, e si è ripromessa su The Last of Us: Part II , Ghost of TsushimaDeath Stranding in uscita su PS4 durante il briefing degli investitori del maggio 2019.

Durante lo stesso briefing, la dimostrazione tecnica per mostrare le nuove funzionalità della console ha utilizzato Spider-Man come esempio. Anche se mostrava un confronto identico tra la nuova console e PS4 Pro per evidenziare le sequenze di caricamento più veloci del nuovo sistema, è possibile che il gioco abbia una versione migliorata.

Non aspettarti che Sony interrompa la sua iniziativa di gioco come servizio, nonostante la reputazione del marchio PlayStation per i giochi per giocatore singolo. Il briefing ha detto di “migliorare la competenza” in questo ambito, con l’MLB: la serie Show evidenziata come esempio.

In linea con il modello “One Sony” che la società sta utilizzando nel suo complesso, i giochi per PlayStation 5 si baseranno maggiormente sulle colonne sonore prodotte da Sony. Sony lavorerà anche con i propri artisti per portare più contenuti di realtà virtuale nel sistema.

Bethesda Softworks sembra essere una delle società di giochi più aperte sulla sua ambizione di pubblicare giochi imminenti su sistemi di nuova generazione. Alla conferenza Gamelab in Spagna, il game director di Bethesda Todd Howard ha rivelato che il gioco di fantascienza Starfield sarà di prossima generazione sia nell’hardware che nel software. Dato che Bethesda sta rilasciando Starfield prima di The Elder Scrolls VI , che ha anche annunciato all’E3 2018, non c’è dubbio che The Elder Scrolls VI uscirà anche su PlayStation 5.

Grazie a un elenco di LinkedIn, sembra che Square Enix stia attualmente lavorando a un gioco per il sistema. Gli utenti del forum ResetEra hanno individuato un profilo dell’artista , che ha fatto menzione di un “nuovo titolo AAA per PS5” presso Luminous Production, uno dei nuovi studi della compagnia. Questo potrebbe confermare che il sistema verrà chiamato anche PlayStation 5.

DATA DI USCITA PLAYSTATION 5

Inoltre non è chiaro quando Sony prevede di lanciare la PS5. Nel maggio 2018, il capo della Sony PlayStation, John Kodera, ha dichiarato che la nuova PlayStation aveva tre anni di pausa . “Utilizzeremo i prossimi tre anni per preparare il prossimo passo”, ha detto, “per accucciarci in modo da poter saltare più in alto nel futuro”.

Anche se il prezzo di PS5 non è stato affrontato nell’intervista, un ulteriore pezzo della conversazione è stato successivamente condiviso su Twitter. In questo, Cerny ha descritto il costo del sistema come “interessante per i giocatori alla luce del suo set di funzionalità avanzate”.

Mentre i piani di Sony sono ancora in gran parte poco chiari, Microsoft sta iniziando a mettere carne sul fuoco. Quest’anno la società organizzerà una conferenza stampa E3 e il capo di Xbox Phil Spencer ha dichiarato che sarà “grande all’E3 come non lo è mai stato”. Nel 2018, Microsoft confermò che era in sviluppo una nuova Xbox, e ci si aspetta che vedremo questa console di prossima generazione all’E3 2019. Più immediatamente, è stato suggerito che presto verrà annunciata una Xbox One S interamente digitale. Come indica il nome, questa nuova console non accetterebbe dischi fisici e progettato per il download e lo streaming.

POTREBBE ESSERE L’ULTIMO SISTEMA PLAYSTATION

I servizi di giochi in streaming potrebbero sostituire le console tradizionali in futuro. Parlando con Variety, Guillemot ha espresso la sua convinzione che ci sarà “un’altra generazione di console” prima che l’industria si sposti completamente su un modello di streaming.

Guillemot ha aggiunto che questa tecnologia sarebbe diventata più accessibile a più giocatori nel tempo, ma con la perdita della neutralità della rete e dei limiti di dati in atto presso molti fornitori di servizi Internet, il mercato per una console tradizionale con supporti fisici è ancora forte.

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.