[CURIOSITA] I migliori giochi PS4 fino ad ora (aggiornamento ottobre 2018) ~ NerdLog

[CURIOSITA] I migliori giochi PS4 fino ad ora (aggiornamento ottobre 2018)

[CURIOSITA] I migliori giochi PS4 fino ad ora (aggiornamento ottobre 2018)

Sembra ieri il giorno in cui fu rilasciata la PS4, ma sono passati già quattro anni da quel grandiso giorno, e da quel momento sono usciti un sacco di giochi. In quanto tale, può essere difficile selezionarli tutti e decidere cosa giocare. Fortunatamente, noi di Nerdlog abbiamo provato tanti giochi per PS4 nel corso degli anni e abbiamo raccolto qualche consiglio per iniziare, sia che tu sia un nuovo proprietario di PS4 o che tu abbia la console e stia cercando qualcosa che potresti aver perse.

In questo articolo, abbiamo raccolto i migliori giochi PS4 usciti fino ad ora. Ci sono un sacco di giochi meravigliosi per PS4 là fuori. Quali giochi PS4 ami di più? Non importa se è popolare o incredibilmente sottovalutato. Fateci sapere tramite un messaggio o un commento sulla nostra pagina Facebook.

Le mancanze minori non sminuiscono il successo di Insomniac nella creazione di un gioco che sembra un’autentica interpretazione di una serie amata: il sentimento di incorporare Spidey e usare le sue capacità è sorprendente, e il tempo dedicato all’esplorazione dei suoi personaggi principali contribuisce a rendere la sua storia commovente. Ci sono stati altri giochi di Spider-Man Open World, ma nessuno così avvincente e pieno di personalità, nessuno che esplori e renda giustizia a questo molte sfaccettature dell’universo. Insomniac ha creato uno Spider-Man superiore a livello di esperienza e che lascia un’impressione duratura.

Divinity: Original Sin II è uno dei più avvincenti giochi di ruolo mai realizzati sia nelle sue incarnazioni originali che definitive, con quest’ultimo che dimostra che anche il gioco di ruolo più complicato può essere portato su console limitate al gamepad. Questo mondo fantastico, concepito in modo immacolato e emozionante, sormontato da un brillante combattimento tattico, lo rende uno dei migliori giochi degli ultimi anni, e rimane un classico degli RPG.

Dead Cells è un affascinante insieme di molti dei generi indie più popolari al giorno d’oggi, che combina elementi di giochi d’azione robusti e platform di esplorazione ispirati a Metroid, con i livelli generati proceduralmente e gli oggetti casuali trovati in roguelikes.

Yakuza 6 raddoppia ciò che ha reso grande la serie: è una rappresentazione unica e affascinante dell’esperienza giapponese moderna, che vale la pena giocare anche se sei un nuovo arrivato, la narrazione è drammatica e i personaggi accattivanti. Il sistema di combattimento dinamico rimane eccitante anche dopo aver preso a calci cinquemila nemici. Yakuza 6: The Song Of Life è una conclusione appagante della turbolenta saga della sua amata icona, Kazuma Kiryu.

God of War è ciò che la serie è sempre stata. È un gioco d’azione spettacolare con pezzi epici, valori di produzione di grosso budget e combattimenti incalzanti che diventano sempre belli man mano che progredisci. God of War ricorda il passato, riconoscendo la necessità di migliorare: tutto ciò che è nuovo è stato fatto per dare benefici al nuovo titolo. Kratos non è più un bruto prevedibile: con questo riavvio, cammina con sicurezza su un nuovo percorso che, si spera, porterà a avventure più emozionanti.

I tesori più belli si trovano nella città di Yharnam e nelle foreste, nei laghi e nei purgatori. Solo Bloodborne sarebbe così audace da seppellire un’intera meccanica di fazione in una regione facoltativa, che è a sua volta sepolta all’interno di una serie di passi che potresti non notare se non esplori ogni angolo, ignorando gli enigmatici suggerimenti del gioco.

Da quando il titolo è stato annunciato l’anno scorso, era chiaro che Capcom stava puntando a qualcosa di più grande di Monster Hunter Generations: ci è riuscito, e questo è probabilmente il più grande, ed il migliore, gioco che sia mai stato creato per il franchise. La formula di Monster Hunter ha sicuramente affinato i suoi artigli, e tutti questi fattori hanno contribuito a rendere Monster Hunter World un’evoluzione significativa per la serie in generale.

Il gameplay di Uncharted spinge la narrativa in avanti, la narrazione si nutre del suo gameplay e ogni dettaglio si fonde per creare qualcosa di più grande: Uncharted 4 rimbalza tra i pezzi e i momenti personali con tale grazia, con tale abilità, equilibrio e affetto per i suoi personaggi.

Non è chiaro se The Last Guardian sia frustrante o meno a volte – si tratta di uno sforzo concertato per mettere alla prova la tua pazienza per una creatura amabile eppure tenace. Il tuo affetto per Trico e la simpatia per entrambi i personaggi sono comunque sbocciati in una avvincente serie di rivelazioni che cementa il tuo attaccamento alle loro personalità.

Quando il libro si chiude sulla loro storia, è difficile non riaprirlo e ricominciare da capo. Le prove che hai superato ti rendono caro a entrambi i personaggi, ma le emozioni che Trico suscita ti fanno venir voglia di dargli un’altra possibilità: essere il partner paziente ed efficace che merita veramente.

Questa è la partenza dalla serie Killzone per gli sviluppatori Guerrilla Games, e anche se potresti pensare che la squadra abbia corso un rischio uscendo dalla sua zona di comfort FPS per creare un gioco d’azione open world in terza persona, si è difesa molto bene con Horizon: Zero Dawn. Per ogni piccola imperfezione, c’è un elemento di grandezza che ricarica il tuo desiderio di continuare a combattere ed esplorare il mondo bello e pericoloso di Horizon: Zero Dawn. Guerrilla Games ha realizzato uno dei migliori giochi open-world di questa generazione, e ridefinito la reputazione della sua squadra nel processo.

Nonostante alcuni brevi attimi di nervosismo e opportunità mancate con la sua narrativa, trascorrere del tempo nel mondo di Hope County rimane assolutamente un’esperienza deliziosa. Far Cry 5 vanta un flusso meravigliosamente armonioso verso la sua avventura, con i suoi cambiamenti intelligenti all’esplorazione, alla scoperta e alla progressione che sostengono distintamente il godimento di coinvolgere e sperimentare creativamente con il suo spettacolare Open World.

L’innovazione nei giochi è molto discussa, ma è anche bello vedere le formule di gioco tradizionali che sono state utilizzate per decenni presentate in maniera eccezionale: Dragon Quest XI è uno dei migliori esempi moderni di quanto detto prima, la sua bella presentazione, sia visiva che per quanto riguarda la trama, si combina con una formula di gioco collaudata per un viaggio pieno di cuore e anima. Una volta che ti ritrovi risucchiato nel mondo di Dragon Quest XI, sarà difficile metterlo giù fino a raggiungere il grande finale.

 

Amante dei videogiochi, studente universitario con indirizzo informatica.
error: Contenuto protetto