Il nuovo  gioco di Sony Santa Monica, God of War, rompe la tradizione usando la mitologia norrena come fonte di ispirazione rispetto al greco come in passato. Per riflettere su questo cambiamento, Peter Scaturro, il principale produttore musicale del gioco, condivide il modo in cui la colonna sonora di questo gioco utilizza i testi del vecchio norvegese. Per raggiungere questo obiettivo, sono andati in Islanda.




Scaturro spiega: “L’islandese moderno non è cambiato molto negli ultimi mille anni, quindi è molto vicino ai vecchi norvegesi.” Prosegue spiegando che un linguista è stato assunto per la traduzione e anche un coro, Schola cantorum. E’ un coro popolare di Reykjavik che canta nell’Antico Norvegese.




L’obiettivo di tutto questo, conclude Scaturro, è dare ai giocatori un senso di autenticità della musica per supportare l’impostazione del nuovo gioco e la mitologia utilizzata.

banner