Dopo l’annuncio di Monster Hunter World , molti hanno richiesto  un porting per Nintendo Switch, ma secondo il Presidente della Capcom e Chief Operating Officer Haruhiro Tsujimoto, sarebbe problematico, come ha spiegato in un’intervista pubblicata questa mattina da Toyo Keizai Online.



Tsujimoto-san spiega che il gioco è stato sviluppato per console domestiche e PC perché ci sono dei limiti a ciò che le console portatili possono mostrare e gli sviluppatori hanno voluto creare un gioco che tornasse con la tecnologia più avanzata, rispondendo alle aspettative dei giocatori.

Ciò ha permesso agli sviluppatori di mostrare un’ecologia realistica, ed è un elemento che è stato accolto favorevolmente dai giocatori.



Alla domanda sulla possibilità di sviluppo per Nintendo Switch, Tsujimoto-san ha riconosciuto che esiste una tale richiesta, motivo per cui l’editore ha già lanciato Monster Hunter XX sulla Switch. Tuttavia, considerando “varie condizioni”, sarebbe difficile portare  Monster Hunter World  su Nintendo Switch. La Switch è diversa dalle altre console domestiche sia nelle funzionalità che nella base di utenti.

Ogni console ha le sue caratteristiche e Tsujimoto-san sostiene che gli sviluppatori di Capcom hanno bisogno di creare un software adatto.



Monster Hunter World è attualmente disponibile per PS4 e Xbox One, con una versione per PC che arriverà più tardi quest’anno in autunno.

 

banner