Oggi, Jatheish, l’amministratore della community di ARK, ha comunicato che, sono riusciti ad identificare un exploit critico nel gioco, che esiste da agosto 2015. L’exploit è conosciuto e utilizzato sul PC e principalmente sui server ufficiali. La nuova versione di oggi aggiornerà la vulnerabilità e risolverà il problema anche in futuro. Dopo essersi scusati per la patch improvvisa, e affermano che è stata una decisione veloce ma importante, per la sicurezza del gioco, rassicurando i giocatori. Inoltre, sono stati in grado di esaminare coloro che sfruttano l’exploit, che sfortunatamente, è stato usato da grandi tribù, su più servers.




In circostanze normali, un tale exploit considererebbe una cancellazione globale delle tribù, così come i server protetti da BattlEye. In questa occasione, hanno deciso che forniranno un’amnistia a tutti i soggetti coinvolti. Questo significa che nessuno sarà bannato o cancellato, in quanto l’impatto dell’azione sarebbe stato eccessivo e avrebbe avuto un effetto significativo sui server ufficiali. Inoltre, sono avvisati coloro che hanno approfittato dell’exploit, che questa è una situazione unica e continueranno ad essere severi per chi si comporta ingiustamente.

Il team, è consapevole che questa decisione è stata in’aspettata, ma tuttavia, si ritiene che sia la mossa migliore per salvaguardare l’integrità del gioco. Continueranno sicuramente a monitorare i server per gli imbroglioni, lo sforzo verrà investito in modo che ARK rimanga un ambiente equo e competitivo.




Per il post originale della community, cliccate QUI

Per altre notizie e aggiornamenti sul mondo videoludico e non solo e se l’articolo vi è piaciuto, seguiteci sulla nostra pagina facebook : Nerdlog.it cliccando qui.

banner