Durante una una live al  PlayStation Experience ad Anaheim, in California, Naughty Dog ha fornito ulteriori informazioni sull’imminente The Last of Us Part II .

Il direttore del gioco, Neil Druckmann, il co-sceneggiatore Halley Gross e le voci di Ellie e Joel, Ashley Johnson e Troy Baker, sono sul palco sin dall’inzio; Druckmann ha dato il via alla discussione menzionando che “nessuno è al sicuro” in The Last of Us Part II,  e questo include Ellie e Joel stessi.

Poco prima, Johnson e Baker hanno rivelato una canzone molto speciale, che potete ascoltare  qui sotto.

Gross, che ha scritto principalmente per la televisione prima di iniziare a giocare, ha detto che scrivere per The Last of Us Part II è “scoraggiante”. come un fan della serie.




Nel trailer presentato al Paris Games Week, abbiamo visto l’introduzione di nuovi membri del cast che interpretano i nuovi personaggi che sono apparsi in esso. Ian Alexander interpreta Lev, Victoria Grace interpreta Yara e Laura Bailey interpreta il personaggio senza nome che è stato impiccato.

Bailey ha anche eseguito tutte le acrobazie per il suo personaggio nel trailer durante le riprese.

Niel Druckmann ha detto che ci sono momenti spensierati nel gioco, ma la storia parla del “senso di perseguire la giustizia” e della “disordinata area grigia” .

La situazione descritta dal trailer avviene dopo che Yara e Lev hanno lasciato un culto religioso e, a causa delle circostanze della scena, finiscono per allinearsi con qualcuno che normalmente odieranno. In The Last of Us  nessuno sa veramente quale gruppo è cattivo, o quale lato è buono: secondo Druckmann, questo è ciò che la squadra sta cercando di fare con The Last of Us Part II . Ha anche confermato che gran parte del gioco prende parte a Seattle.




Druckmann ha affermato che il team sta facendo qualcosa di “innovativo” e che non si discuterà prima della pubblicazione . Ha sostenuto che ci saranno fan del primo gioco a cui non piacerà il secondo, e che deve essere d’accordo. Tutto ciò che gli sviluppatori possono fare è essere fedeli a se stessi e continuare a fare ciò in cui credono.  Naughty Dog “continuerà per sempre a realizzare giochi in single player, lineari e basati sulla narrazione”.

Secondo Gross, è importante che il primo gioco abbia avuto così tanto successo dove i suoi personaggi non erano famosi, ma persone autentiche e complesse che hanno fatto cose buone e cattive, negoziando in un mondo difficile e in una relazione complicata. Abbiamo anche sentito da Grace che la storia di Yara è “molto complessa”.

Stranamente, non si è riuscito a convincere nessuno a confermare o negare se Joel è vivo o morto.




Druckmann ha detto che un “gruppo di livelli” è finito e il gioco si trova dal “50 al 60%” di sviluppo, ma ha aggiunto di non esserne certo.  Questa è in realtà una delle fasi più difficili dello sviluppo perché tutti questi pezzi devono riunirsi in un’esperienza che Druckmann spera sia sorprendente.

L’ospite ha concluso dicendo che è stata mostrata “parte del gioco” e che ha “fatto emozionare” oltre le sue aspettative. E’ stato chiesto a Druckmann quando verrà mostrato altro per The Last of Us Parte II confermando che verrà rivelato all’E3 2018.

 

banner