La scelta del team rappresenta uno dei primi problemi che si ritroverà ad affrontare il futuro allenatore di pokemon, poiché determinerà in maniera univoca i suoi progressi, l’avanzamento di livello, la possibilità di guadagnare monete e di interagire con altri giocatori. Per queste ragioni, è necessario effettuare una analisi accurata del campo di gioco prima di prendere una decisione sul futuro team di appartenenza. Come già introdotto in un precedente articolo di Brakergh (Pokemon GO – Come scegliere una squadra), una volta giunti al livello 5, recandosi presso una palestra sarà possibile scegliere, tra le tre alternative, la squadra di cui si desidera fare parte.

I. Filosofia di squadra Un primo approccio alla scelta del team consiste nella identificazione della squadra il cui pensiero approssima meglio quello dell’utente. Di fatto, ogni capo-palestra spiegherà in maniera concisa il significato di istinto, saggezza e forza e i legami di tali termini con i pokemon da allenare.

II. Analisi globale Pokemon Go è sullo Store da quasi un anno, per questa ragione è possibile individuare le diverse distribuzioni dei team nelle varie regioni geografiche. A livello mondiale, il Blue Team è al primo posto dal punto di vista del possesso delle palestre, seguito dal Red Team e dal Yellow Team. Da un punto di vista matematico, spostandosi nel mondo è più probabile incappare in una palestra blu rispetto alle altre e, di conseguenza, è più alta la probabilità di inserirvi un pokemon. Bisogna però tenere conto anche dello stato di occupazione delle stesse: se le palestre sono a livelli prossimi al 10, diminuisce la possibilità per i Blue di accedervi, favorendo i giocatori di altri team, che, combattendo, possono conquistarla e inserirvi i propri pokemon.

III. Analisi locale A livello locale, ovvero la città in cui maggiormente si gioca, la distribuzione dei team può essere molto diversa rispetto al caso globale. Per questa ragione bisogna prima di tutto considerare le squadre più attive sul territorio e ragionare di conseguenza, tenendo conto del peso di due fattori: il colore più diffuso e lo stato di occupazione delle palestre. L’appartenenza al team più attivo può essere un forte vantaggio per il giocatore alle prime armi, poiché consente l’interazione con un maggior numero di allenatori pokemon e l’inserimento dei propri pokemon in palestre più stabili sotto l’aspetto temporale. La trattazione dello stato di occupazione delle palestre, verrà trattato,invece, nel prossimo punto.

IV. Primi vicini Ultimo punto, e forse più importante, è la analisi delle persone con cui il futuro allenatore pokemon si troverà a interagire. La scelta del team può e deve essere influenzata dalla squadra di appartenenza degli amici, poiché consentirà di massimizzare l’efficacia della lotta. Quindi, scegliere il team a cui hanno aderito il maggior numero di persone con cui si andrà a giocare e che più si avvicina ai risultati dell’analisi dei tre punti precedenti, rappresenta una prima risposta al problema. D’altro canto, se più giocatori devono scegliere il team e le palestre della squadra più attiva sono in saturazione, è consigliabile scegliere uno dei team con minore influenza. Ciò creerà agli inizi delle difficoltà che verranno compensate dopo il livello 20, quando la presenza di pokemon forti consentirà di abbattere le palestre per renderle del colore del proprio team.

V. Scelta cromatica Se si decide di ignorare i quattro punti precedenti, la squadra può essere sempre scelta in base al colore che preferite!

Autore: Shadowrosis

banner